Ospedale Grifoni, dal territorio il grido d’allarme


Ospedale Grifoni, dal territorio il grido d’allarme Da Il Giornale di Rieti di - del 26-07-2017 - Salute

«Va ricostruito in una località strategica, centrale ed equamente raggiungibile da tutti i comuni del nostro comprensorio» dicono dalle amministrazioni comunali di Antrodoco, Borbona e Posta

«Ad undici mesi dal sisma, dopo un doveroso silenzio, rispettoso dell’immane tragedia di vite umane pagata dai comuni di Accumoli e Amatrice, in qualità di Amministratori Locali, riteniamo sia oggi necessario cominciare a parlare di territorio». È quanto si legge in una nota delle Amministrazioni Comunali di Antrodoco, Borbona e Posta.

«Il terremoto, devastante per l’intera Valle del Velino, a partire anche dalla città di Rieti, è andato ad incidere su un’area la cui situazione socio-economica già prima degli eventi sismici rendeva necessaria una totale riorganizzazione dei servizi, tanto a livello di localizzazione quanto a livello di efficienza e funzionalità alle esigenze che nel corso degli anni si sono andate diversificando. L’amplissima estensione geografica della nostra Vallata – prosegue la nota - e la sua scarsa incidenza demografica richiedono oggi un’importante e puntuale pianificazione dei servizi essenziali, al fine di continuare ad avere un valido motivo per vivere in queste zone e lottare per il loro futuro. L’esperienza del sisma non ci avrebbe insegnato nulla se continuassimo a pensare che le esigenze di un territorio possano racchiudersi all’interno degli interessi geografici di un singolo comune: abbiamo assolutamente la necessità di avere presidi di primo intervento facilmente raggiungibili da qualsiasi comune di questa vallata».

Per le tre Amministrazioni comunali, «oggi più che mai, purtroppo, il verificarsi di episodi che vanno anche oltre il sisma quali frane, alluvioni, incendi ma anche semplici incidenti, rendono necessaria la collocazione di tali presidi in luoghi di facile accesso, ove, nell’eventualità di qualsiasi emergenza, possa essere anche allestita una struttura mobile di soccorso più rilevante, che possa operare con la tranquillità che nessun mezzo di soccorso resti imbottigliato in una viabilità impervia e pertanto inadeguata. Le nostre popolazioni, che rappresentano il 70% del nostro territorio, ci stanno chiedendo di essere protagoniste del loro futuro e non spettatrici inermi di scelte prive di razionalità dettate da una fretta che a regime, con i riflettori nazionali spenti, porterà ad una gestione dell’intera area piena di incognite. L’appello quindi a tutti gli attori di questa valle è a mettersi in gioco aprendo una profonda fase riflessiva incentrata su principi di adeguatezza che guardi non solo al futuro delle generazioni adulte ma soprattutto ai nostri giovani: ad essi dobbiamo dimostrare di essere classe dirigente in grado di condividere e decidere per il bene di tutti».

«La posta in palio è altissima ed è il futuro dei nostri territori: se non abbiamo una visione chiara solida e sostenibile di dove vogliamo portare questa Valle sarà inutile affannarsi a sgomberare le macerie perché a nulla servirà una veloce ricostruzione. In quest’ottica, - concludono da Antrodoco, Borbona e Posta - si colloca la necessità di ricostruire l’Ospedale in una località strategica, centrale ed equamente raggiungibile da tutti i comuni del nostro comprensorio; è una consapevolezza della cittadinanza e delle Amministrazioni di tutta la Vallata che la frazione di Torrita del Comune di Amatrice, per la sua adiacenza alla Via Salaria, è quella che più di ogni altra si presta ad ospitare una struttura ospedaliera che possa soddisfare le esigenze dell’intero territorio e non di una sola parte dello stesso».



Letta da dispositivo fisso 117 volte. - Da dispositivo mobile 6. Letture Totali 123         Stampa la pagina

Rassegna stampa www.amatriciana.org


TitoloData
Usa: Amatrice diventa sito del World Monument Fund 17-10-2017
Riapre il Tigre Amico ad Amatrice. I titolari: «Torniamo nel nostro territorio con orgoglio ed emozione» 13-10-2017
Amatrice, la Regione Lazio: “Sì ad altre 5 perimetrazioni” 11-10-2017
Terremoto, ricostruzione: ora l'obiettivo è accelerare «Niente temi elettorali» 09-10-2017
Regione Lazio, ad Amatrice e Accumoli il «Pronto spesa e non solo…» 05-10-2017
Arsenico e ferro nelle sorgenti. “Così ci avvisa il terremoto” 03-10-2017
Terremoto, il sindaco di Amatrice: “Aggiornato il sito del Comune sulle donazioni, circa 14 milioni ricevuti” 02-10-2017
Ddl piccoli comuni, il sindaco di Amatrice: “La legge sia trampolino di lancio per la ripresa di queste terre” 29-09-2017
Pirozzi: «Il commissario De Micheli mi ha rassicurato sui fondi» 27-09-2017
Amatrice, inaugurato il Palazzetto dello Sport 27-09-2017
Questa sezione è stata visitata 1425602 volte di cui 624129 da dispositivo mobile.