Amatrice, Pirozzi ad Affari: ecco perché la politica ha fallito


Amatrice, Pirozzi ad Affari: ecco perché la politica ha fallito Da Affaritaliani.it di - del 06-11-2017 - Attualità

"Tutto quello che è stato ricostruito è esclusivamente frutto della solidarietà degli italiani, lo Stato ha tempi troppo lunghi", è il bilancio del sindaco

Al di là di quello che sarà il risultato elettorale in Sicilia e andando oltre i ragionamenti da cui inevitabilmente verremo sommersi nelle prossime ore su percentuali e partiti, cosa ti aspetti in questo momento dalla politica italiana?

"Sicuramente una maggior attenzione verso i territori, √® questo che manca. La politica, senza un collegamento diretto con le esigenze quotidiane dei cittadini, √® vuota, non si pu√≤ parlare dei massimi sistemi e poi trascurare i bisogni dei comuni, quei comuni che sono l'emanazione dello stato pi√Ļ vicina agli italiani"

Che differenze hai notato nei diversi modi di fare politica? Tra Renzi, Berlusconi, Salvini...

"Ho avuto modo di avere a che fare pi√Ļ o meno con tutti i leader dei vari partiti e mi viene da dire che, forse, la pecca comune a tutti √® quella, come dicevo prima, di prestare poco ascolto alle istanze del territorio. Un esempio molto concreto: con la Zona Urbana Franca sono previste una serie di esenzioni fiscali ma da questo provvedimento sono state escluse le aziende famigliari, ossia circa il 95% delle aziende presenti nelle nostre zone. Cosa significa? Che non c'√® conoscenza della realt√† imprenditoriale e neppure l'umilt√† di chiedere ed ascoltare. In generale, anche a costo di sembrare ripetitivo, vorrei ci fosse pi√Ļ ascolto nei confronti dei cittadini, la politica dovrebbe essere soprattutto ascolto altrimenti √® un mondo autoreferenziale e fine a s√© stesso".

Come procede la ricostruzione?

"Tutto quello che per ora è stato ricostruito è esclusivamente frutto della solidarietà degli italiani, lo Stato ha tempi di intervento davvero troppo lunghi. Anche il sostegno che riusciamo a dare alle famiglie è possibile grazie agli aiuti di tutti gli italiani che ci sono venuti in soccorso. Per questo, e lo dico ora per la prima volta, dalla prossima settimana Amatrice diventerà ufficialmente "Città degli italiani".

Domanda d'obbligo: in futuro pensi ad un ingresso nel mondo politico a livello regionale o nazionale?

"No, per il momento no, mi interessa altro, mi interessa continuare ad impegnarmi per il mio comune e per i miei cittadini".



Letta da dispositivo fisso 103 volte. - Da dispositivo mobile 2. Letture Totali 105         Stampa la pagina

Rassegna stampa www.amatriciana.org


TitoloData
Amatrice: Strampelli apre le selezioni, Pirozzi: grande aiuto alla mia terra 17-01-2018
Casa della Montagna di Amatrice, firmata a Firenze convenzione tra CAI, ANPAS e Comune 15-01-2018
Terremoto, Borrelli: soddisfatti dei sopralluoghi nelle Sae di Amatrice 09-01-2018
Regionali Lazio, Pirozzi: nel programma non prometterò la Luna 05-01-2018
Amatrice, tre questioni da risolvere: ‚Äúcasette‚ÄĚ, imprese e macerie 02-01-2018
Terremoto, Pirozzi: ¬ęI fondi per la ricostruzione ad Amatrice e Accumoli¬Ľ 13-12-2017
Ricostruzione Amatrice, l'amara considerazione del vescovo di Rieti: "Non vedo l'orizzonte, qui non vanno neanche i telefonini" 06-12-2017
Amatrice, Furbetti del CAS, Pirozzi: segnalate alla magistratura le situazioni poco chiare, ci siamo posti dalla parte dello Stato 01-12-2017
Terremoto, ricostruzione dei privati per Pirozzi basta l'autocertificazione 28-11-2017
Pirozzi: i sindaci del reatino con Zingaretti? Non mi sorprende 24-11-2017
Questa sezione è stata visitata 1691180 volte di cui 625924 da dispositivo mobile.