Amatrice, Fontanella: «L'Ospedale è priorità, basta dietrologia»


Amatrice, Fontanella: «L'Ospedale è priorità, basta dietrologia» Da Il Giornale di Rieti di - del 26-06-2019 - Salute

«Amatrice è la nostra terra, va difesa e va ricostruita con tutte le nostre forze» afferma con forza il sindaco

«La ricostruzione dell’Ospedale Grifoni rappresenta una priorità strategica per l’intero comprensorio amatriciano, e con il Consiglio Comunale del 22 giugno si è finalmente formalizzata la volontà ufficiale dell’Amministrazione Comunale. Lo abbiamo fatto ponendo all’attenzione della cittadinanza, della Regione Lazio e dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione USR, sia la questione relativa alla connotazione funzionale del nuovo Ospedale, sia quella relativa alla sua idonea collocazione. Proprio perché non c’è tempo da perdere abbiamo ritenuto inopportuno e dannoso l’atteggiamento assunto dalla minoranza di votare contro a prescindere dal merito. Un atteggiamento che appare puerile e inopportuno per chi è chiamato ad occuparsi degli interessi della comunità, indipendentemente dal ruolo ricoperto nell’ambito della maggioranza o della minoranza». Lo dichiara in una nota il Sindaco di Amatrice Antonio Fontanella.

«Mentre Amatrice è impegnata a rinascere e mentre la popolazione dimostra tenacia, determinazione e speranza, la minoranza in Comune fa dietrologia ed in questo caso potremmo dire tra virgolette 'i capricci' come un bambino a cui è stato tolto il giocattolo dalle mani. Ci si dimentica - prosegue il sindaco - che Amatrice è la nostra terra, va difesa e va ricostruita con tutte le nostre forze e con il sostegno e la partecipazione di tutti. L’Ospedale non appartiene né alla maggioranza né alla minoranza ma fa parte della storia della nostra comunità ed è per questo che in consiglio comunale il Sindaco ha fatto appello all’unità e ad un’espressione di voto unanime che potesse dare più forza alla volontà dell’Amministrazione».

«Purtroppo la risposta del gruppo di minoranza è stata negativa, banale e priva di buon senso. Dispiace constatare che anche su una questione di tale rilevanza per il futuro di Amatrice si sia scelto di anteporre il risentimento personale e di gruppo al bene della collettività. Si lavori per Amatrice dando contributi positivi e idee e si smetta di produrre argomentazioni volte a suscitare contrapposizione, come in una continua campagna elettorale. Se veramente si ha a cuore il bene della nostra collettività - conclude Fontanella - si chiede di accettare l’esito del voto e di rispettare chi ha avuto la fiducia della maggioranza della popolazione amatriciana».



Letta da dispositivo fisso 1686 volte. - Da dispositivo mobile 43. Letture Totali 1729         Stampa la pagina

Rassegna stampa www.amatriciana.org


TitoloData
Il campanile che non ci sarà più 27-11-2019
Amatriciana Tradizionale STG, un riconoscimento di grandissimo valore 22-11-2019
Pirozzi, da oggi il termine «amatriciana» è sinonimo di tradizione e qualità 21-11-2019
I medici scappano da Amatrice 14-11-2019
Amatrice, inaugurata scuola intitolata a Sergio Marchionne. 07-11-2019
Amatrice, sindaco Fontanella dopo l’incontro con il premier Conte: “Finalmente iniziato dialogo tra Istituzioni” 22-10-2019
Amatrice, Palombini: «Il Tar accoglie il ricorso dell’opposizione» 18-10-2019
Pirozzi: non mi ha messo in ginocchio il terremoto non lo farà un processo 14-10-2019
Sanità, D'amato: in 24-36 mesi sarà ricostruito l'ospedale di Amatrice 25-09-2019
Terremoto Amatrice, pronta la Casa della Montagna 17-09-2019
Questa sezione è stata visitata 1578639 volte di cui 711307 da dispositivo mobile.