Documenti: Curiosità, Poesie, racconti, favole e....


Ma sono a rischio di estinzione a causa dell’irrorazione degli insetticidi

Sono tornate le prime lucciole a rischiarare il buio dell'ecosistema. Sono mesi delicati e di trepidante attesa perché la loro apparizione è il segnale di aver trovato la natura ancora sana per la loro sopravvivenza. Come le api che ora si rifugiano in città per sfuggire alla mortale irrorazione degli insetticidi usati in agricoltura, anche le lucciole corrono lo stesso rischio causato dai veleni propinati, che potrebbero creare invece la loro estinzione non potendo, immagino, vivere nei centri abitati. I piccoli particolari della vita vegetativa ed animale è un grosso laboratorio di osservazione per l'ambiente di cui l'uomo dovrebbero fare tesoro per regolare sapientemente l'apertura di quel tremendo rubinetto inquinante causa dei malesseri della nostra terra. Segnali e focolai di quello che sta succedendo sul nostro pianeta sono all'ordine del giorno, ciò nonostante diabolicamente per il tornaconto di pochi speculatori, con il culto del danaro alla Paperon dei Paperoni, perseverano in questa consuetudine di autodistruzione anche nelle cose più insignificanti, ultima quella dei pericolosi bicchieri di McDonald's.

Andando a ritroso nel tempo, in Europa si poteva morire di fame, ora drammaticamente si può morire alimentandosi. Coloro che professano la sicurezza in tutte quelle attività a rischio vengono purtroppo ora sconfessati con la marea nera americana incontrollata e difficilmente da arginare. Energia pulita. Centrali nucleari più sicure, d'accordo. Ma le scorie radioattive, le micidiali scorie quale sicurezza possono offrire a distanza di anni?

Quindi la garanzia non sono le centrali bensì queste scorie che scottano, come patate bollenti, rimbalzando da un luogo all'altro alla disperata ricerca ed introvabile e sempre più precaria protetta collocazione. Bentornate care lucciole, che la vostra delicata luce illumini le menti di coloro che hanno in mano i destini del mondo, lasciando da parte i loro insaziabili interessi economici affinché il futuro, anche per i loro figli, possa essere ecologicamente migliore.

da www.ilgiornaledirieti.it di Tommaso Paparusso


Questo documento è stato letto 2218 volte cui 57 da dispositivo mobile. Visite totali 2275.


L'amatriciana, dalla Sora Lella alla Gensola: la top ten



Categoria: Enogastronomia
Autore: Giacomo A. Dente
Pubblicato il: 22-03-2012
Consultato: 4124 volte 
Da disp. Fisso: 3803 
Da disp. Mobile: 321 


Segnali positivi dalla natura, tornano le lucciole



Categoria: Ambiente
Autore: Tommaso Paparusso
Pubblicato il: 08-06-2010
Consultato: 2275 volte 
Da disp. Fisso: 2218 
Da disp. Mobile: 57 


È in Abruzzo l´albero più alto d´Italia



Categoria: Ambiente
Autore: -
Pubblicato il: 06-05-2010
Consultato: 2296 volte 
Da disp. Fisso: 2200 
Da disp. Mobile: 96 


Tornati dalle ferie che stress.



Categoria: Salute
Autore: -
Pubblicato il: 07-09-2009
Consultato: 1918 volte 
Da disp. Fisso: 1873 
Da disp. Mobile: 45 


Kodak ritira il rullino Kodachrome, finisce un’era



Categoria: Tecnologia
Autore: -
Pubblicato il: 29-06-2009
Consultato: 1695 volte 
Da disp. Fisso: 1662 
Da disp. Mobile: 33