Documenti: CuriositĂ , Poesie, racconti, favole e....


In biblioteca le usanze di Amatrice raccontate in 28 disegni


Affisse le 28 tavole della seconda raccolta “Amatrice, te ne recordi com’era?” di Elvino Mezzetti e Corrado Blasetti


E’ con grande soddisfazione che comunichiamo l’affissione presso la sala lettura della Biblioteca Comunale Giovanni “Gianni” Fontanella delle 28 tavole della seconda raccolta  “Amatrice, te ne recordi com’era?” di Elvino Mezzetti per i testi di Corrado Blasetti.

Grazie alla donazione dell’architetto Agata Guerra, il Comune è diventato proprietario della seconda raccolta: ventotto disegni incastonati in cornici di legno in piena armonia con i colori della sala lettura, che ne risulta impreziosita.   “Amatrice, te ne ricordi com’era?” è, come vuole il titolo, una rassegna di ricordi, ma il cui contenuto divulgativo giĂ  celebrato trentasei anni fa dall’allora sindaco  Erminio Polidori si è impreziosito ancor piĂą con l’andare del tempo.

Chiunque volesse scrivere un libro sugli amatriciani del novecento, scriverebbe un libro incompleto senza studiare a fondo queste tavole. “Sono entusiasta” – dichiara Piergiuseppe Monteforte, Assessore alla Cultura. “Sono disegni che già conoscevo, per carità, ma vederli così, tutti insieme affissi a ornamento della sala lettura della Biblioteca indubbiamente colpisce, come colpisce rileggere la presentazione trentasei anni dopo:

“Abbiamo disegnato e scritto” – dissero gli autori – “sotto la spinta della nostalgia, ripercorrendo i nostri ricordi giovanili, la nostra vita, nell’Amatrice d’un tempo, che noi vedevamo assisa, come una regina, al centro della vallata. Abbiamo disegnato e scritto anche per raccontare  un mondo ormai scomparso a chi non l’ha conosciuto, concedendo piĂą spazio e precisione ai luoghi e alle cose che alle persone. PerchĂ© i luoghi e le cose durano piĂą a lungo degli uomini, i quali, dopo un po’ se ne vanno”.

Sia Mezzetti che Blasetti erano entrambi oriundi, ma forse proprio per questo ancor piĂą innamorati di Amatrice.   “Sono riconoscente agli Amatriciani” – arriverĂ  a scrivere Blasetti – “perchĂ© mi hanno sempre considerato uno di loro”.

“Un vivo ringraziamento ad Agata Guerra per questa preziosa donazione " – continua Monteforte – “chiunque voglia conoscere l’usanze di Amatrice oggi non ha più scuse, deve solo correre in Biblioteca: c’è tutta una sala lettura da vedere”.

La Biblioteca Comunale "Giovanni Fontanella",  è aperta nelle giornate di mercoledì, venerdi e sabato dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

Sede: corso Umberto n. 128, Amatrice
Tel.: 3333527572
E-mail: bibliotecadiamatrice@gmail.it
Aperta il mercoledì, venerdì e sabato dalle 16 alle 19


Questo documento è stato letto 1361 volte cui 45 da dispositivo mobile. Visite totali 1406.


Consigli agli Escursionisti



Categoria: Turismo
Autore: null
Pubblicato il: 19-07-2016
Consultato: 463 volte 
Da disp. Fisso: 451 
Da disp. Mobile: 12 


"I Luoghi del Cuore" la quercia monumentale di Sant'Angelo, CERRO DI GALLORO



Categoria: Ambiente
Autore: Staff
Pubblicato il: 15-06-2016
Consultato: 2157 volte 
Da disp. Fisso: 2042 
Da disp. Mobile: 115 


Romano o no? Le controversie sul Pecorino perfetto per l'amatriciana



Categoria: Enogastronomia
Autore: Nadia Deisori
Pubblicato il: 15-10-2015
Consultato: 693 volte 
Da disp. Fisso: 674 
Da disp. Mobile: 19 


Contenimento della specie invasiva del Senecio africano: le raccomandazioni del Parco



Categoria: Ambiente
Autore: null
Pubblicato il: 16-07-2015
Consultato: 1003 volte 
Da disp. Fisso: 938 
Da disp. Mobile: 65 


In biblioteca le usanze di Amatrice raccontate in 28 disegni



Categoria: Cultura
Autore: null
Pubblicato il: 13-07-2015
Consultato: 1406 volte 
Da disp. Fisso: 1361 
Da disp. Mobile: 45