LODE ALLA MADONNA (Affetti e Pensieri)


Affetti e Pensieri
dell'anima mia,
lodate Maria
e Chi la cre├▓.

Ignudo e tremante
su povero fieno
scaldandolo al seno
lo strinse e baci├▓.

Per propria virtude
salito Egli al Padre
per esserci Madre
nel mondo rest├▓.

Evviva Maria
Maria evviva;
Evviva Maria
e chi la cre├▓.

E in rozza capanna
di pii pastorelli
il latte e gli agnelli
benigno accett├▓.

E fatta maestra,
con vori divine
d'esempi e dottrine
la Chiesa illustr├▓.

Per farla sua madre,
Pria d'esser fanciulla
Ifin dalla culla
Iddio la mir├▓.

Fuggendo in Eggitto
gl'inganni e la frode
dall'aria d'Erode
illeso il serb├▓.

Tacendo ed orando,
con fatti e parole
l'eretiche scuole
per tutto impugn├▓.

Fra l'altre donzelle
pi├╣ pura la chiamo,
che il fallo di Adamo
non mai la tocc├▓.

Maestro e fanciullo
nel tempio smarrito
con gaudio infinito
alfin Lo trov├▓.

E sazia del mondo,
per girne al suo Sposo,
in sonno amoroso
amante spir├▓.

O' santi pensieri
F├╣ bella, f├╣ bruna,
e il sole e la luna
La cinse ed orn├▓.

Per Lei fra le nozze
giulivo e contento
l'ondoso elemento
in vino cangi├▓.

Con morte beata
al Figlio congiunta,
dagli Angeli assunta
al cielo vol├▓.

Per Madre di un Dio
dell'Angel chiamata,
la prole incerata
nel grembo port├▓.

Che fece, che disse
quand'egli languia,
e in tanta agonia
nell'orto sud├▓!

Maria degli afflitti
spezz├▓ le catene,
del parto le pene
Maria sollev├▓.

N├ę prese in orrore
la stirpe materna
chi origine eterna
dal Padre vant├▓.

Di dura colonna
provava i flagelli,
sentiva i martelli
quand'Ei s'inchiod├▓.

Ed Ella rivolta
al Figlio diletto
mostrandogli il petto
lo vinse e plac├▓.

Tutt'arsa d'amaore
in terra frattanto
di Spirito Santo
ripiena n'and├▓.

Di barbare spine
provava i martiri,
e sparse i sospiri
se sangue Ei vers├▓.

O stella del mare
a te fa ricorso,
senz'esser soccorso
chi mai d'invoc├▓?

E tanto a lui piacque
che, in fasce ristretto,
per povero tetto
il cielo lasci├▓.

Invitta e dolente
a pi├Ę della Croce
coltello feroce
il cor Le piag├▓.

Lass├╣ fra le stelle
dirai al Signore
che un vil peccatore
tue lodi cant├▓.

Da lungi ti adoro
albergo divino
che il verbo Bambino
A Te s'incarn├▓,

Schiodato dal legno
si lacero e morto
che fosse risorto
costante aspett├▓.

Che cinto e difeso
dal sacro Tuo manto,
in premio del canto
l'inferno scamp├▓.

E un Dio si possente
già fatto suo Figlio,
qual rosa qual giglio
nascendo spunt├▓.

     


Documenti correlati:

Scarica La lode alla Madonna di Filetta (Affetti e Pensieri)...

Multimedia:

Video: Le campane suonano per la Madonna SS di Filetta
Video: Preghiera Affetti e Pensieri

Menu di aiuto

LA MADONNA SS DI FILETTA :.
IL SANTUARIO DELLA FILETTA :.
LA PREGHIERA IN ONORE DELLA MADONNA DI FILETTA :.

Questo documento è stato letto 12936 volte di cui 168 da dispositivo mobile.